Associazione Vivianus: l’autismo e il suo universo fluttuante

50615909-bc45-43fc-8a40-da924b19f7de
0

Instaurare un’interazione con i propri figli è quanto di più naturale e spontaneo. Si inizia appena pochi attimi dopo la nascita e ad ogni fase della crescita si impara un modo nuovo, un linguaggio diverso.
Quando un genitore si trova dinanzi agli occhi del suo bambino che non corrispondono il suo sguardo, il suo sorriso, inizia a porsi delle domande. Non riuscire a stabilire una connessione lo disorienta profondamente, non sapere come stimolare una reazione, un’emozione.

È ciò che ha vissuto anche Lorenzo Bucci quando intorno ai 2 anni ha dovuto prendere coscienza che suo figlio non riusciva a divertirsi al passo degli altri bambini, che aveva difficoltà nell’uso sociale della comunicazione verbale e non verbale. Che era affetto da un disturbo dello spettro autistico.
Molti genitori come Lorenzo sanno che è difficile aiutare i loro figli senza il supporto degli altri. Allora uniscono le forze e lavorano insieme, per combattere l’ignoranza, il pregiudizio, l’impossibilità e anche l’incompetenza della burocrazia. Si adoperano per cercare la collaborazione di scienziati dalla mentalità aperta e disponibile e provano a costruire un presente, prima che un futuro, per i loro figli.

Lorenzo due anni fa ha fondato Vivianus, un’Associazione di promozione sociale che mette le sue radici a Corato (BA), grazie anche al contributo di un gruppo di famiglie che tenta di trovare ogni giorno delle risposte alle stesse domande.
L’associazione accoglie genitori che quotidianamente vivono la difficoltà della disabilità e si pone come punto di riferimento per tutte quelle persone affette da problematiche dell’apprendimento, disturbi dello spettro autistico e deficit cognitivi.
Hanno cercato una sede molto spaziosa, con molte aree verdi adibite per l’ortoterapia e l’ippoterapia, che desse loro la possibilità di far trascorrere ai ragazzi una quotidianità arricchente, fatta di cura e di stimolo, di terapie e creatività.
In questo spazio genitori premurosi e sensibili hanno voluto fortemente un punto di riferimento certo, accogliente, dove garantire ai loro figli le migliori cure tra le più adeguate e aggiornate, come la Terapia ABA , ad opera di un’equipe di psicologi cognitivo-comportamentali, usufruendo anche dell’ausilio di una brava volontaria psicomotricista e varie educatrici professionali che seguono alcuni laboratori.

Vivianus afferma con convinzione che ogni paziente ha potenzialità soggettive che attendono di poter essere espresse. Il loro desiderio è supportare e stimolare queste potenzialità in modo adeguato perché la qualità della loro vita sia la migliore possibile.
Il sogno è quello di costruire un centro diurno in cui allestire nuove aule per nuove attività e di pari passo creare una struttura residenziale in cui i ragazzi maggiorenni possano iniziare a sperimentare un’autonomia individuale e sociale necessaria per un’adultità possibile.

Il figlio di Lorenzo trascorre molto tempo con lo sguardo attento e curioso davanti allo schermo di un computer. Il più delle volte, gli piace fare lunghissimi viaggi attraverso Google Earth, un programma noto a tutti che consente di percorrere le strade cittadine di tutto il mondo, accedendo anche a piazze e monumenti.
Dentro il suo universo fluttuante e silenzioso si muove per conoscere, pur a distanza, pur da fermo, pur da solo. Questo, insieme alla musica, lo fa sorridere.

Lascia un commento