Il segreto della rete sta nella partecipazione

Abbiamo posto alcune domande all' Ing. Giacomo Ciotola, presidente di Hester APS, una reltà da poco iscritta al nostro portale. Questa nostra esperienza con loro è nata dopo gli incontri virtuali che abbiamo realizzato recentemente sul tema Fundraising. Ci ha colpito l'entusiasmo e la voglia di mettersi concretamente a lavoro per costruire sogni e progetti. Abbiamo accolto il loro appello e ci facciamo portavoce dei loro bisogni perchè ogni giorno, nel nostro BuonCampo, non manchino mai i frutti. 

 

1) DESCRIVI LA TUA REALTÀ E LE ATTIVITÀ CHE PROMUOVETE SUL TERRITORIO
Siamo un'associazione di Forio d'Ischia (Hester APS). Ci occupiamo di tutela ambientale, di promozione sociale, e di supporto agli enti locali, e all'Area Marina Protetta "Regno di Nettuno", su questi temi.
Facciamo attività di volontariato, con i nostri associati, per pulire le spiagge, i boschi. Abbiamo, per esempio, partecipato a un progetto per fare da collegamento e coordinamento tra i pescatori che raccoglievano garbage in mare, durante le loro battute di pesca, e le ditte di raccolta rifiuti, a terra.

 

2) HAI PROGETTI FUTURI? 
Abbiamo intenzione di crescere. Per il progetto "SalviAMO Nettuno", nato con il supporto di "Fondazione con il Sud" e in collaborazione con l'Area Marina Protetta "Regno di Nettuno", abbiamo acquistato degli spazzamare (che abbiamo soprannominato "le sentinelle del mare"), con i quali puliremo il mare di Ischia e Procida, e faremo informazione presso i diportisti sui punti di raccolta, le buone pratiche da seguire per mare, per quanto attiene ai rifiuti, ecc.. Successivamente, vorremmo continuare questa attività, a supporto di enti e AMP, coinvolgendo anche le attività turistiche e alberghiere, vista la forte connotazione delle isole, in questo senso.


3) COME HAI CONOSCIUTO BUONCAMPO?
Abbiamo seguito tutti i webinar, su Facebook. Li abbiamo trovati molto interessanti e, considerata la natura della nostra associazione, abbiamo pensato di iscriverci sul portale, anche per avere info e fare rete.

4) PERCHÈ HAI DECISO DI ISCRIVERTI AL PORTALE?
Fare rete è importante, per le associazioni che hanno un sentiment e una mission comuni, e aumenta la visibilità delle iniziative. Le nostre hanno lo scopo di salvaguardare il pianeta, l'ambiente, in tutti i modi possibili, e nel contempo promuovere attività di salvaguardia, diffondere il messaggio e la cultura ambientale, per esempio nelle scuole, per formare opportunamente le donne e gli uomini di domani (che dovranno continuare il nostro "lavoro"), ma anche tra gli adulti.

5) QUALI OCCASIONI TI HA CONCESSO IL PORTALE?
Tramite il webinar sul crowdfunding, abbiamo visto in azione Nicla e ci siamo appassionati al tema. L'abbiamo contattata per "sfruttare bassamente" le sue competenze, per guidarci nella creazione e nella gestione di una campagna di crowdfunding, proprio per il progetto cui accennavamo prima: "SalviAMO Nettuno". E, se è il caso, verificare se si creano le prerogative per una campagna di fundraising, a lungo termine. Ma non mettiamo il carro davanti ai buoi. Una cosa alla volta.

6)CON CHI SEI IN RETE ATTUALMENTE?
In verità, ci siamo appena iscritti, abbiamo fatto una riunione (a proposito del progetto di crowdfunding) con Nicla e con la presidente della Fondazione Casillo. 

7)QUALI SONO I VOSTRI BISOGNI? LANCIA UN APPELLO IN MERITO A QUEST'ULTIMI.
Siamo un'associazione, e in quanto tale ci autofinanziamo. Abbiamo voglia di salvare il nostro e tutti gli altri Nettuno che hanno bisogno di noi. Abbiamo bisogno di supporto umano ed economico, ovviamente, come penso tutte le associazioni che muovono persone. Cerchiamo di partecipare a bandi, nei quali calare i nostri progetti di salvaguardia dell'ambiente. Ma spesso bisogna versare una quota di cofinanziamento, con percentuali variabili. E anticipare liquidi, anche quelli che verranno successivamente rimborsati, non è una cosa sostenibile, a lungo.
Quindi, l'appello riguarda, in primis, la possibilità di reperire contatti, che possano contribuire con il loro lavoro, per avere magari un paio di braccia in più; in secundis, il sostegno economico, se e quando possibile.
Per esempio, al momento stiamo ricercando persone che possano pilotare i nostri spazzamare, e quindi dotati di patente nautica. Se avete contatti del genere sulle isole di Ischia e Procida, potremmo offrire loro un contratto a progetto, per ora. Poi, da cosa nasce cosa...