Il lavoro è una stanchezza bella: l’insegnamento di LEO

IMG_6704
0

Leo ha 33 anni. Porta gli occhiali blu, ha un pizzetto buffo, gli piacciono i bracciali.
Vive a Noicattaro (BA), ogni mattina sale sul primo treno per raggiungere il centro di Bari. E
varcare la soglia del Jérôme Cafè.
È silenzioso Leo, i clienti hanno imparato ad interagire con lui attraverso gli occhi, la gestualità, le
attese: canali di comunicazione quasi dimenticati, eppure autentici come pochi.
Molti lo preferiscono agli altri colleghi, lo salutano per nome, lo ringraziano, gli sorridono. Perché
Leo sa prendersi cura, in modo diverso, in modo speciale.
“Il lavoro mi stanca ma è una stanchezza bella”, questo il suo credo.
Mino D’Alonzo, padrone di casa del Jérôme Cafè e già ideatore del brand di successo Bacio di
latte, quando ha pensato a questa caffetteria di stampo francese e di atmosfera anni ’30, ha
pensato ad un valore aggiunto. Il desiderio arriva dalla sua infanzia, dal legame prezioso con uno
dei suoi cugini con gli stessi occhi a mandorla di Leo.
Da bambino Mino ha vissuto personalmente la difficoltà e l’impossibilità di suo cugino nel trovare
una persona disposta a riconoscergli fiducia e capacità, disposta ad accordargli un lavoro.
Oggi, pur dopo 30 anni, il sorriso aperto di Leo al di là del banco del lussuoso Jérôme Cafè, è il
suo riscatto.
Leo ha avuto diverse esperienze lavorative precedenti promosse e supervisionate dall’AIPD 
www.aipd.it  Sez. Bari: 8 mesi di tirocinio presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Noicattaro con
mansioni di catalogazione e archiviazione schede, 4 mesi di tirocinio presso l’Ufficio di
Collocamento della Provincia di Bari in qualità di operatore data-entry, 24 mesi di tirocinio presso
un ristorante del Baricentro come addetto sala mensa, un mese di tirocinio presso il prestigioso
Hotel Aqualux di Bardolino.
Fino all’assunzione a tempo indeterminato part-time a Settembre 2017, grazie a Mino.
L’AIPD ha creato da tempo l’Osservatorio sul mondo del lavoro , un servizio che unitamente al lavoro di
informazione sulla normativa e i diritti delle persone con disabilità rispetto al tema, si pone
l’obiettivo di offrire a tutte le Sezioni AIPD del territorio un sostegno concreto al fine di realizzare
esperienze di inserimento lavorativo. A questo si affianca naturalmente un lavoro costante di
sensibilizzazione delle realtà aziendali, e più in generale della società tutta.
I Servizi di Inserimento Lavorativo (SIL) delle sezioni AIPD svolgono un regolare monitoraggio
delle esperienze avviate, offrono consulenza a distanza e di supporto nei contatti con le aziende
locali, creando e rinforzando collaborazioni con i responsabili delle risorse umane di grandi
aziende e agenzie per il lavoro.
Oggi enti sia pubblici che privati in ottemperanza alla legge 68/99 possono impiegare nelle proprie
strutture ragazzi con Sindrome di Down, concordando con la giusta attenzione e sensibilità un
percorso di inserimento lavorativo sulla base di un progetto personalizzato. Perché saper
affrontare il tema del lavoro significa affrontare il tema di un’adultità possibile, significa costruire
una prospettiva.
Leo al Jérôme Cafè si occupa per lo più del lavaggio delle tazzine, con qualche breve incursione
tra i tavoli, a contagiare con il suo sguardo sul mondo.
Di questa quotidianità racconta solo cose belle, è felice di rendersi utile, orgoglioso di riuscire.
Mino è molto soddisfatto del suo operato e del modo in cui Leo ha migliorato lo spessore umano
degli altri dipendenti, dell’inaspettata selezione naturale operata sulla clientela, che ha reso le
relazioni sociali all’interno del bar di qualità, di essenza.
Da questo incontro Buon Campo porta a casa molti insegnamenti. Primo tra tutti, il valore della
semplicità: dei desideri, dei legami, delle azioni e delle intenzioni. E della volontà, che rende
possibile anche i traguardi più lontani.