RUNTS: nuovo Registro Unico Nazionale diventa operativo

Terzo_Settore (1)
0

Uno degli appuntamenti più attesi nel 2020 da parte dei 350mila enti noprofit è l’operatività del RUNTS: nuovo Registro Unico Nazionale.
Quest’anno si compirà l’ultimo passo della riforma per dare maggiore certezza a operatori e professionisti che saranno chiamati a rispettare le nuove regole.
Ad inaugurare la definitiva fase operativa sarà proprio il decreto attuativo del Runts che, una volta ultimato dal ministero del Lavoro, passerà alla Conferenza Stato Regioni per il parere di rito.
Il Registro sarà reso esecutivo nei sei mesi successivi alla definitiva approvazione del decreto.
Per operatori e professionisti sarà importante adeguare gli statuti degli enti ai criteri indicati nel Codice del Terzo Settore, perché si acceleri il controllo amministrativo prima della definitiva iscrizione dell’ente nel Runts.
Per associazioni di promozione sociale e organizzazioni di volontariato questo aspetto sarà particolarmente rilevante perché con l’operatività del Runts verranno meno gli attuali Registri considerati a livello locale. Per le Onlus invece, l’attuale anagrafe gestita dalle Entrate resterà in vita fino alla entrata in vigore delle nuove misure fiscali al vaglio Ue.